Bard, il forte della valle

Bard

Già dalla strada che attraversa la valle è impossibile non notare il Forte di Bard, una struttura imponente che domina il panorama.

Attirati dal forte, che spicca per maestosità, la scoperta del borgo è una piacevole sorpresa per tutti i visitatori.

Bard è un piccolo borgo arroccato sulle rive della Dora Baltea, un borgo talmente minuto da essere il più piccolo dell’intera regione.

La cornice suggestiva dei monti fa di Bard un gioiello tra i borghi italiani, una tappa obbligatoria per chi visita la Valle d’Aosta.

Pur avendo una superficie di circa 3 km quadrati, Bard è stato teatro di avvenimenti storici molto antichi, sin dalla fondazione in epoca romana.

Napoleone rese famoso il nome Bard ponendo il borgo sotto un lungo assedio, nonostante l’attacco il forte mantiene ancora oggi i fasti delle epoche passate.

Bard

Tra gli edifici storici diventati attrazioni del borgo troviamo Casa Challant, Casa Valperga, Casa Urbano e Casa Ciuca, dove si trova un esempio di viret, una scala a chiocciola con i gradini disposti a ventaglio.

Il Forte di Bard, protagonista del panorama del borgo è una tipica fortezza di sbarramento del primo 800.

La piazzaforte è costituita da edifici posti su diversi livelli di altezza: dall’Opera Ferdinando a 400 metri fino all’Opera Carlo Alberto a 467 metri.

All’interno del forte, nella sezione superiore è presente il Museo delle Fortificazione e delle Frontiere, la Polveriera ospita laboratori didattici e mostre temporanee.

Raggiungere la sommità del forte è possibile attraverso ascensori panoramici che dal borgo di Bard arrivano fino all’Opera Carlo Alberto e al Museo delle Alpi.

Le visite al forte di Bard sono diventate meta turistica grazie al progetto di recupero, che, dal 1975 ha portato la rocca al suo originario splendore.