Filetto di maiale alla birra

Filetto di maiale alla birra
Secondi
120 minuti

Ingredienti

per 4 persone

Presentazione

Il filetto di maiale alla birra è un secondo piatto raffinato e ricco di sapore, preparato con la parte più succosa del maiale.

La ricetta, piuttosto elaborata, prevede una marinatura della carne nella birra, aromatizzata a sua volta con le erbe, e una lenta cottura, che manterrà tutta la morbidezza del maiale.

Una volta cucinato, il filetto di maiale alla birra si conserva per un paio di giorni in frigorifero.

Preparazione

Come preparare il filetto di maiale alla birra

Avvolgete il filetto con le fette di pancetta, legatelo con lo spago da cucina e infilateci un rametto di rosmarino.

Fate un trito di sedano, carota e cipolla e mettetele in un contenitore insieme al maiale, alla birra e al pepe nero.

Coprite con la pellicola e lasciate marinare tutta la notte.

Trascorso il tempo necessario scolate e asciugate la carne e mettete da parte la marinatura.

Fate un trito con le erbe e l’aglio, unite sale e pepe e fatelo aderire alla carne con una pressione delle mani.

Fate scaldare l’olio in una casseruola e aggiungete il filetto aromatizzato, facendolo rosolare da tutti i lati.

Unite poi le verdure scolate dalla marinatura e fate cuocere una decina di minuti.

Aggiungete infine, gradualmente, anche la birra.

Proseguite la cottura a fuoco lento per circa 2 ore, rigirando di tanto intanto il filetto perché si cuocia bene su tutti i lati.

Quando il filetto è pronto, frullate il fondo di cottura, filtratelo e fatelo addensare sul fuoco aggiungendo un cucchiaio di farina.

Servite il filetto tagliato a fette, condito con la salsa cottura.

Lista della spesa