Pignolata al miele

Pignolata al miele
Dessert
50 minuti

Igredienti

per 4 persone

Presentazione

Carnevale è sinonimo di grossi grassi dolci fritti, e la pignolata al miele siciliana non fa eccezione. Probabilmente poco conosciuta nel resto d’Italia viene tradizionalmente gustata ad ogni Carnevale. Si presenta sottoforma di palline/tocchetti di una ricca pasta dolce che viene fritta in abbondante olio e cosparsa di miele caldo e filante.

Preparazione

Come preparare la pignolata al miele

Setacciate all’interno di una grande ciotola la farina con il lievito. Al centro versate le uova, il tuorlo, lo zucchero, il burro e il sale. Completate con la scorza grattugiata del limone ed iniziate ad impastare.

Nel caso in cui risulti necessario, unite poco latte, ma solo se serve.

Ottenuto un impasto omogeneo e liscio, ricavate dapprima dei rotolini da stendere sul piano infarinato, poi dei tocchetti. Arrotolateli leggermente con le mani e teneteli da parte.

Fate scaldare l’olio in un tegame e, una volta giunto a temperatura, aggiungete i tocchetti appena realizzati. Fateli friggere fino a completa ed uniforme doratura, quindi scolateli man mano su carta assorbente da cucina.

Cotti tutti, versate in un tegame antiaderente il miele e delle scorzette di arancia e fatelo ben scaldare.

Unite quindi la pignolata, e, mescolando, fate in modo che venga ben ricoperta di miele. Trasferite in un piatto da portata e completate spolverando il tutto con della cannella macinata.

Essendo cosparsa da uno strato di miele che, una volta quasi caramellato, ne costituisce l'involucro ideale, la pignolata si mantiene morbida per due tre giorni, ma abbiate l’accortezza di coprirla completamente con della pellicola per alimenti, in modo tale da proteggerla da eventuali correnti d'aria.

Lista della spesa